Un carico speciale

di Giuseppe Vitiello

 

 

chiudi la pagina

 

 

Il Natale Ŕ alle porte ed a Napoli Ŕ tradizione che l' 8 dicembre, festa dell' Immacolata, si inizia ad addobbare la propria abitazione per le imminenti festivitÓ. Tra piante, fiori e festoni Ŕ chiaro che nella nostra cultura viene prima il Presepe e poi l'albero ed in particolare, nella mia casa ogni Natale realizzo un Presepe diverso con i pastori del '700 che un tempo furono del nonno. Ma non Ŕ di questo che vi voglio parlare. Per colpire l'attenzione degli amici e parenti, accanto a quello grande, metto in mostra una piccola NativitÓ originale e, per quanto possibile, unica ed esclusiva.

Quest'anno, complice la mia passione per il modellismo ferroviario, ho realizzato una piccola scenetta presepiale utilizzando materiale della "LGB" il cui rapporto di riduzione, come noto, Ŕ 1 : 22,30.

L'idea Ŕ stata quella di sistemare in un carro per merci chiuso un "carico speciale", un pezzo molto antico rappresentante un Presepe in piombo e zinco dalle figurine piatte, proprio come i famosi soldatini di piombo tipo "Norimberga".

Fanno da cornice alla scenetta alcuni figurini della "Preiser". Sul lato destro, mentre una raffinata ed elegante coppia mostra ammirazione per l'opera, sopraggiunge una meno raffinata e corpulenta signora; sulla sinistra, invece, il titolare della manifestazione apre il grande portellone per mostrare il Presepe. E, come nella buona tradizione del Presepe napoletano, anche su questa piccola rappresentazione non poteva mancare un riferimento all' abbuffata natalizia con un venditore e relativo consumatore di salcicciotti.

 

 

 

Scenetta originale per commemorare il Natale.

(coll. G. Vitiello - foto A. Gamboni)